Mobile & Tech » Apps & Games

Dipendenza da Tetris: ecco perché non riuscite a smettere di giocare

Conoscete tutti Tetris? Si tratta di un intramontabile videogioco di logica e ragionamento inventato nel 1984 in Russia. Non essendo stato brevettato, il gioco è diventato disponibile praticamente per qualunque dispositivo, con tantissime varianti, e il suo successo è stato, ed è, planetario.

Forme che cadono dal cielo. E tutto quello che bisogna fare è controllarne la caduta e incastrarle tra loro. Un meccanismo semplice che ha rivoluzionato il settore dell’entertainment. Ma perché? Quale procedimento attiva nei giocatori, quale gancio psicologico ha reso possibile un tale successo?

Un articolo pubblicato su BBC ha esplorato e approfondito proprio questo tema. Apparentemente il plus del gioco starebbe nella sua abilità a fornire un mix di frustrazione (all’arrivo del nuovo pezzo da far incastrare) e gratificazione (nel momento in cui si riesce a farlo combaciare nel giusto modo). Questo processo in psicologia sarebbe connesso all’effetto Zeigarnik, che fa riferimento all’abilità della mente di completare al meglio task incompiuti.

Tetris mantiene l’attenzione dei giocatori creando continuamente task incompiuti. Ogni azione nel gioco consente di risolvere una parte del puzzle inserendo il nuovo pezzo in una struttura a file, in cui bisogna completare una fila per farla scomparire, mentre se ne creano sempre di nuove. Una catena infinita di soluzioni parziali e nuovi compiti da svolgere.

Certo la semplicità, i colori e la musica aiutano. E il gioco è fatto. Anzi no…

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 01/11/12 alle ore 11:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

mercoledì 23 agosto 2017 02:26

  • Archivi