Web & Social » Novità dal Web

L’Italia non è leader tra i paesi innovatori

La Commissione Europea ha pubblicato il Regional Innovation Scoreboard 2012, che classifica 190 tra regioni europee e non solo, suddividendole in quattro categorie in base alla loro capacità di innovazione, stabilita secondo vari criteri.

“Innovation leaders” (leader), “innovation followers” (gregari), ”moderate innovators” (moderati) e “modest innovators” (modesti): questi i quattro filoni all’interno dei quali vengono inquadrate le regioni prese in considerazione.

Quest’anno tra gli “Innovation leaders” sono finite quarantuno regioni, 58 si sono inserite nella categoria “Innovation followers”, 39 nel gruppo dei “moderate innovators” e 52 regioni sono state ritenute solo “modest innovators”. In generale le regioni europee stanno facendo progressi nel migliorare la propria capacità di innovare in campo tecnologico, ma non in quantità sufficiente in tutte le aree considerate.

L’Italia, per esempio, con il Nord e il Lazio che hanno il grado di innovazione più alto, regioni come la Liguria, il Sud Italia (isole comprese) e il Centro più attardati, e il Molise e la Calabria come fanalini di coda, ha raggiunto nel complesso solo il grado di innovazione moderata, gruppo al quale appartengono 10 regioni italiane su 20.

Nazioni più innovative dell’Unione Europea si attestano la Svezia, la Danimarca, la Germania e la Finlandia.

Alcuni aspetti positivi. Il numero complessivo di Innovation Leaders è aumentato di 7 regioni tra il 2007 e il 2011. Quattro regioni sono passate da innovatori moderati o modesti alla categoria degli Innovation followers. Otto regioni (la regione tedesca del Niedersachsen, quelle francesi del Bassin Parisien e Ouest, le italiane Calabria e Sardegna, la regione polacca del Mazowieckie, la portoghese Lisbona e la regione svizzera del Ticino) sono in continuo miglioramento rispetto alle loro capacità d’innovazione, avendo ottenuto il punteggio più alto in ciascuna delle ultime tre valutazioni (2007, 2009, 2012).

Da notare le differenze interne: si registrano infatti più variazioni a livello locale che a livello nazionale. I Paesi ad avere più variabilità locale sono Francia e Portogallo. I paesi più omogenei invece sono Grecia, Polonia, Ungheria e Slovacchia.

Quali sono gli indicatori di peso tra le regioni con un livello di innovazione più alta? Investimenti privati e pubblici in Ricerca e Sviluppo, attività innovative in piccole e medie imprese, collaborazioni fra privato e pubblico in Ricerca e Innovazione, numero di brevetti, servizi ad alta intensità di conoscenza.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 08/11/12 alle ore 10:00 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 24 luglio 2017 00:33

  • Archivi