Lifestyle » Eventi

Le potenze mondiali riunite in Qatar per la salvaguardia del clima

A Doha, in Qatar, è in corso la 18ª Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP18).

Oltre 17mila delegati da 194 Paesi si sono riuniti per discutere in questi giorni i problemi legati all’ambiente. I lavori, che andranno avanti fino al 7 dicembre, mettono al centro dell’attenzione il clima. Tra gli argomenti in calendario infatti l’innalzamento della temperatura globale, la riduzione delle emissioni di CO2, il finanziamento di un fondo per il clima e un percorso che porti alla conclusione di un accordo vincolante per il 2015.

L’incontro ai vertici fa riflettere tutti, anche i comuni cittadini che si trovano sempre più spesso, negli ultimi anni, coinvolti da vicino in disastri naturali e cambiamenti climatici evidenti.

Gli ultimi dati dell’Unep (Programma Onu per l’ambiente) riportano che senza interventi immediati anti-CO2, si raggiungerà un incremento del riscaldamento globale tra i 3 e i 5 gradi entro la fine del secolo e un innalzamento del livello dell’acqua di circa 1,6 metri.

Più uragani, più siccità, livello del mare più alto, ondate di caldo e di piogge sono solo alcuni degli effetti catastrofici di cui già viviamo degli assaggi.

Proprio per questo è sempre più importante e pressante trovare delle soluzioni che facciano seguito al protocollo di Kyoto, il trattato internazionale in materia ambientale riguardante il riscaldamento globale, sottoscritto nel 1997 in occasione della Conferenza COP3.

Un compito importante per i big mondiali, ma che riguarda da vicino anche i comportamenti quotidiani di tutti.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 28/11/12 alle ore 15:00 e classificato in Lifestyle » Eventi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 26 marzo 2017 16:50

  • Archivi