Web & Social » Social Media

La mia città a piedi o in bici: Milano, Catania e Brescia

Di Giulia Blasi

“La mia città a piedi o in bici” è il nome di una board su Pinterest, ma è anche molto di più: è un’iniziativa, uno stile di vita, un appello a tutti a riscoprire i nostri luoghi osservandoli con lentezza e a raccontandoli in rete per immagini con l’hashtag #lamiacittà.

A fine anno abbiamo guardato Milano attraverso gli occhi di Gabriele Ferraresi, Giorgia Polo, Fabrizio Cosi e Giovanna Cardella; ora il testimone passa a Davide e Marco, Rocco Rossitto e Paolo Faustini, rispettivamente di Milano, Catania e Brescia.

Mandateci i vostri scatti! Vogliamo vedere le città a piedi o in bici come le vedete voi.

 

Nome: Davide e Marco, 2/3 del team “BikeDistrict” insieme a Sebastiano
Dove vi trovo in Rete: bikedistrict.org
Mezzo di spostamento preferito: “Bicicletta”
Mezzo di espressione preferito: “Bicicletta/Facebook/Twitter
Come vorreste la vostra città tra cinque anni?“Speriamo che per l’ Expo 2015 Milano segua l’esempio “green” di Londra 2012, anche se non dovrebbe servire la scusa dell’Expo per perseguire il bene dei cittadini”.

 

Nome: Rocco Rossitto
Dove ti trovo in Rete: “Sul mio blog www.roccorossitto.it/blog, su Twitter e Instagram come @roccorossitto. In molti altri posti, ma questi possono bastare.”
Mezzo di spostamento preferito: “La bicicletta. Mi da un senso di libertà unico. In viaggio mi permette di fruire di una città che non conosco con una modalità diversa. Adoro andare a zonzo in bici senza meta in posti che non conosco. Infine in città, quotidianamente: arrivo velocemente, non resto bloccato nel traffico, e non ho problemi di parcheggio. In definitiva: lato romantico e pratico.
Mezzo di espressione preferito: “La scrittura e la fotografia. Entrambe assumono forme diverse col mutare del tempo, mantenendo però intatta la loro forza comunicativa. Per me la scrittura è un esercizio quotidiano di espressione e di comunicazione. La fotografia ha dei tempi diversi, ma la utilizzo allo stesso modo: per comunicare e per raccontare. In questo Instagram mi ha aiutato molto creando un ecosistema idoneo a fare tutto ciò.
Come vorresti la tua città tra cinque anni?“Più umana: per alcuni aspetti c’è molto poco di umano in questa città e c’è molto di “barbaro”. Metafora di questo imbarbarimento è la mobilità. Servizi pubblici fatiscenti, nessun rispetto per le regole basilari del codice stradale, la prepotenza dei più forti nei confronti dei più deboli: andare in bici a Catania è una lotta continua. Ma piano piano qualcosa sta cambiando.”

 

Nome: Paolo Faustini, dal liceo in poi “Pillo”.
Dove ti trovo in Rete: “In vari posti, principalmente su Twitter. Il mio nick @aBsPillo prende l’aBs da “altraBrescia”, il mio primo progetto digitale con cui raccontavo e facevo raccontare la mia città da chi la abita.”
Mezzo di spostamento preferito: “Dipende. In viaggio amo vivere la strada in libertà ed esplorare ciò che mi circonda. Per questo motivo sogno uno di quei Transporter con tetto a soffietto, con a bordo la mia bicicletta. Per la città mi muovo a piedi, in bici e condivido un’auto a metano.”
Mezzo di espressione preferito: “Scrivere.”
Come vorresti la tua città tra cinque anni? “Una città non più arresa, capace di ascoltare e farsi carico delle sue ferite, unita, al di là del miope tornaconto e protagonismo dei singoli.”

Commenti (2)
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 30/01/13 alle ore 16:00 e classificato in Web & Social » Social Media . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

I commenti sono chiusi.

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 24 ottobre 2017 02:36

  • Archivi