Web & Social » Novità dal Web

New Media e New Internet: la crisi non arresta la crescita

Gli ultimi anni hanno messo a dura prova la maggior parte dei mercati, compreso quello dei media tradizionali. Proprio a dispetto di questi ultimi è rilevante l’opposta tendenza del mercato dei new media digitali.

Siamo nell’era di internet, questo è certo. E immersi in questa epoca non ci accompagnano più solo i PC, ma ogni strumento che ci consenta di collegarci alla rete e a ogni forma di new media, dalle app ai social network.

Ad attestarlo non solo l’impressione comune, ma anche i dati. Il 2012 infatti ha visto il mercato dei new media digitali crescere del 3%, in controtendenza rispetto al mercato media complessivo.

All’interno del settore dei new media, nella fattispecie, ha segnato un +90% di fatturato rispetto all’anno precedente il comparto del cosiddetto New Internet, quello per intenderci, che comprende i canali video online, i social network, le applicazioni, gli smartphone e i tablet.

I dati arrivano dall’Osservatorio New Media e New Internet redatto dalla School of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con Cefriel e presentato ieri nel capoluogo lombardo.

Il giro d’affari per i nuovi media ruota intorno ai 5,4 miliardi di euro.

Cifre incomprensibili se si pensa a quelle degli investimenti pubblicitari su mezzi di comunicazione tradizionali quali stampa, radio e tv, in continuo calo, ma che dimostrano come video, social network, applicazioni, smartphone e tablet siano diventati i nuovi obiettivi dell’advertising, in Italia e non solo.

Il traino principale della crescita dei new media risiede nell’aumento esponenziale del numero di smartphone e tablet attivi, divenuti, tra le altre cose, anche le nuove piattaforme di fruizione dell’informazione. Gli smartphone hanno segnato tra il 2011 e il 2012 un +30%, superando i 32 milioni di unità, con una penetrazione nella popolazione pari al 60%. Le app di testate disponibili per questo tipo di device sono 320, con un giro d’affari in salita del 70% rispetto al 2011. 300, invece, quelle disponibili per i tablet, che toccano ormai quota 3,5 milioni.

Proprio sulle app sembra orientato ora il focus di tutti. Nel 2012 ne sono state scaricate da mobile ben 800mila.

Rimane poi fondamentale il ruolo dei social network e delle piattaforme video. Proprio su queste ultime si concentrano al momento gli investimenti pubblicitari che contano più che mai sugli oltre 25 milioni di utenti che visualizzano video su Internet oggi ( quasi l’85% del totale degli utenti connessi).

Scarso il peso sul mercato invece delle Connected Tv che non hanno raggiunto le cifre auspicate.

La crescita dei new media sembra dunque inarrestabile nonostante i tempi difficili. D’altra parte non serve leggere i dati, basta guardarsi intorno – forse in tasca – per confermare la tendenza che si rispecchia anche nelle proiezioni per il 2013, annata per la quale è previsto un ulteriore incremento.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 20/03/13 alle ore 14:15 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 24 giugno 2017 22:49

  • Archivi