Mobile & Tech » Hi-Tech

Il boss di Amazon recupera i motori dell’Apollo 11, la navicella del primo sbarco sulla Luna

I propulsori del razzo Saturno, che nel 1969 mandò in orbita la navicella Apollo 11 permettendo lo storico sbarco sulla Luna degli astronauti Amstrong, Aldrin e Collins, si trovavano a 4.267 metri di profondità nell’Oceano Atlantico.

Questo particolare non ha scoraggiato il creatore di Amazon Jeff Bezos, che 43 anni dopo il loro inabissamento è riuscito nell’impresa di recuperarli capitanando un team di esperti assoldati per questa missione circa un anno fa.

Dopo le operazioni di restauro i motori saranno probabilmente esposti al Museum of Flight di Seattle, come annunciato prima dell’inizio delle ricerche. La decisione finale in ogni caso sarà presa dalla NASA. Come infatti ricorda Mashable, sebbene le operazioni di recupero siano state finanziate privatamente, l’agenzia spaziale statunitense è sempre e comunque la proprietaria ufficiale dei reperti.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 22/03/13 alle ore 16:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 23 aprile 2017 07:31

  • Archivi