Web & Social » Novità dal Web

Tablet e smartphone sempre più utilizzati dagli Italiani per comprare online

L’e-commerce nel nostro Paese è in costante sviluppo e continua a crescere il numero di utenti che fanno acquisti online: negli ultimi tre mesi sono stati 13,8 milioni di individui, ovvero il 47,7% dell’utenza internet (era il 35,8% nel febbraio del 2012). Di questi il 24% dichiara di aver comprato più di 5 volte nel trimestre, al punto da poter essere definito un heavy e-shopper e, complessivamente, negli ultimi tre mesi si sono avuti 47,6 milioni di atti d’acquisto sulla rete. Queste sono solo alcune delle tendenze emerse in occasione del Netcomm e-Payment 2013, evento in cui sono stati diffusi i dati relativi alla ricerca Human Highway sui comportamenti degli utenti, con un focus specifico sull’utilizzo di device mobili e sugli strumenti di pagamento più usati via web.

Oggi stiamo assistendo a un forte processo di innovazione nel settore. Nuove forme di pagamento si sono affacciate su un mercato sempre più ampio, popolato ormai da 14 milioni di individui – ha dichiarato Roberto Liscia, Presidente del Consorzio del Commercio Elettronico Italiano Netcomm -. Contemporaneamente assistiamo a una forte evoluzione tecnologica nei device, al punto che smartphone e tablet sono diventati essi stessi strumenti di pagamento. I consumatori stanno dimostrando fiducia in questo genere di dispositivi, anche per effettuare i propri acquisti, considerando che in un solo anno le transazioni via device mobile segnano un incremento del 165%”.

Il dato che più sorprende dell’indagine realizzata da Netcomm in collaborazione con Human Highway è dunque che a febbraio 2013 oltre il 10% degli acquisti online risulta generato attraverso un dispositivo mobile: in meno di un caso su due si tratta di un tablet e prevale l’acquisto da smartphone. Un anno fa, a febbraio 2012, solo il 4% degli acquisti online era generato attraverso un dispositivo mobile: in due casi su tre era un tablet (solo nell’1,3% dei casi è stato utilizzato uno smartphone). La stragrande maggioranza (96% delle transazioni online) era dunque gestita con un PC tradizionale.

Anche il grado di conoscenza della tecnologia NFC (Near Field Communication) su telefonini e tablet è stata indagata nella rilevazione di Netcomm e Human Highway. Come è noto, si tratta di una tecnologia che serve per effettuare i pagamenti di prossimità, facendo passare il telefonino a pochi centimetri di distanza dalla strumentazione abilitata: ideale, ad esempio, per pagare il biglietto della metro o dell’autobus, ma non solo. Alla domanda se il proprio telefonino fosse abilitato o meno alla comunicazione via NFC, più della metà dei rispondenti, circa il 50,4%, ha risposto negativamente; il 12,8% non è sicuro, ma crede di avere un telefono con comunicazione NFC e solo il 9,5% ha un cellulare abilitato a questo tipo di tecnologia. Il restante 27,3% non capisce la domanda, quindi probabilmente non conosce nemmeno cosa sia il sistema NFC.

Osservando poi la tipologia dei beni oggetto dell’ultimo e-shopping, sono i libri ad attestarsi in vetta all’ideale classifica (14,8%), seguiti dai capi di abbigliamento (13,9%), computer o periferiche per pc (11,3%), biglietti di viaggio (9,9%), soggiorni (5,4%), musica/dvd (4,8%), telefonini/smartphone (4,2%), cosmetici (4%), a chiudere gli elettrodomestici con l’1,5%. In quasi quattro casi su cinque l’acquisto online è “premeditato”, ovvero l’acquirente ha già maturato la decisione di effettuarlo su internet, nonostante sia spesso disponibile l’alternativa del canale tradizionale. Nel 65% dei casi l’acquisto online si indirizza a un prodotto già identificato in modo preciso dall’acquirente.

Infine, l’indicatore di propensione ad effettuare un acquisto online fra chi non ha mai comprato sulla rete nel mese di febbraio 2013 è pari al 9,0%. Si tratta di persone che non hanno mai usato l’online per fare shopping, ma che si dichiarano propensi a cambiare idea nei prossimi tre mesi. Sono gli “hot prospects” e nel complesso rappresentano circa il 3% dell’utenza internet italiana, ovvero 950 mila individui. I dati sull’e-commerce comunicati oggi, dunque, sono destinati a crescere ancora.

 

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 28/03/13 alle ore 14:15 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 25 aprile 2017 18:32

  • Archivi