Mobile & Tech » Hi-Tech

Google Glass: le nuove app devono essere gratuite e senza pubblicità

Mentre l’attesa per rilascio della versione destinata al grande pubblico cresce, Google ha fornito nuove linee guida in merito al funzionamento e allo sviluppo degli ormai noti Google Glass. Secondo quanto riportato da Businessinsider.com infatti, BigG avrebbe contattato alcuni degli sviluppatori al momento impegnati nella creazione di applicazioni dedicate agli occhiali per la realtà aumentata dettando un paio di regole non certo irrilevanti: le nuove app dovranno essere esclusivamente gratuite (e dunque senza alcun costo per l’acquisto) e prive di qualsiasi tipo di contenuto pubblicitario.

L’intento, evidentemente, è quello di creare un primo pacchetto di app che possa essere scaricato dal maggior numero di persone, e che abbia un aspetto il più “pulito” possibile, accentuandone le funzionalità di servizio. Obiettivo del tutto condivisibile, se non fosse che per molti sviluppatori tali vincoli rappresentano ovviamente un limite sui profitti realizzabili grazie al loro lavoro, in un mercato, quello delle app mobile, il cui modello di business è ancora incerto e in fase di definizione. La novità potrebbe dunque rappresentare un grosso ostacolo per la nascita e crescita di un adeguato store di app per Google Glass. Tuttavia, osservano in molti, il fatto di poter essere tra i primi presenti con le proprie applicazioni su Google Play al momento della commercializzazione del dispositivo rappresenta di per sé un vantaggio non trascurabile. In numerosi casi, inoltre, il problema non si pone nemmeno, perché molte delle applicazioni in questione si presenteranno come semplici app per smartphone (e dunque non soggette alle restrizioni indicate da Google), da scaricare normalmente sul proprio device mobile, in grado successivamente di riconoscere i Google Glass come una semplice periferica, con la quale interagire solo se e quando il proprietario ne avrà bisogno.

Ciò che importa in questo momento – ha commentato il noto sviluppatore Mike DiGiovanniè creare qualcosa che sappia entusiasmare le persone. Saper entusiasmare e coinvolgere le persone è il primo passo fondamentale per avere successo, anche se inizialmente non si ha la possibilità di monetizzare questo aspetto. Nel caso dei Google Glass, inoltre, tutti noi abbiamo un grande vantaggio: ci troviamo sull’onda di una nuova tecnologia rivoluzionaria”.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 14/05/13 alle ore 14:15 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 25 maggio 2017 03:25

  • Archivi