Lifestyle » Film, Musica & (e)Books

Al via l’ultimo weekend del Biografilm Festival: tra i protagonisti Pupi Avati e Lilli Gruber

Aspettando Pupi Avati (alle 18:30) e Lilli Gruber (19:30), protagonisti della giornata, ecco gli appuntamenti del Biografilm Festival per sabato 15 giugno. Il programma si apre alle 15:00 con un doppio appuntamento con il giornalista e regista Filippo Vendemmiati. Nella sala Mastroianni del Lumière sarà proiettato, nella sezione Biografilm Italia come evento speciale, Non mi avete convinto, ritratto affettuoso di Pietro Ingrao. A seguire, lo stesso Vendemmiati condurrà il masterclass per gli studenti nell’ambito della Biografilm School, in collaborazione con Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Seconda proiezione di giornata, alle 15:30, Theremin: An Electronic Odyssey (sala Scorsese, Lumière) di Steven M. Martin, nell’ambito della Retrospettiva dedicata ad Ed Lachman, presidente della giura del Biografilm. Evento speciale per la sezione Biografilm Italia, alle 17:00 proiezione in anteprima mondiale del film work in progress di Irene Di Maggio Travelling in(to) Fluxus: il racconto intimo e privato di un movimento artistico partito da New York e arrivato fino a Reggio Emilia (sala Scorsese, Lumière). In concorso, invece, sempre alle 17:00, in anteprima mondiale, Gaetanino, mio nonno, San Giovanni e Berlinguer di Emanuele Gaetano Forte: la storia novecentesca del nonno raccolta dal nipote, fra santi e bandiere rosse (sala Mastroianni, Lumière). Il film sarà preceduto da Bio Italia Corti con il lavoro di Matteo Mattana, Bonvini, Inscì e compagnia bela.

Fitta di proiezioni la fascia oraria delle 18:00. Il Biografilm omaggia Gianfranco Rosi, autore cult del cinema documentario internazionale che sarà presente in sala per salutare il pubblico. Prima con la proiezione di El Sicario, Room 164 (sala Scorsese, Lumière), poi con Tanti futuri possibili. Sempre alle 18:00, lo Special of the Day è Gregory Crewdson: Brief Encounters di Ben Shapiro (Odeon, sala D), seguito alle 22:00 da Side by Side di Chirs Kenneally.

Il Concorso Internazionale parte alle 18:00 con Wrong Time Wrong Place di John Appel, in anteprima italiana (sala Mastroianni, Lumière): il documentarista olandese incontra i protagonisti dell’assurda strage commessa da Breivik sull’isolotto di Utoya in Norvegia. Alle 18:00, per Contemporary Lives, c’è Big Easy Express di Emmett Mallow, viaggio musicale attraverso gli Stati Uniti. Alle 18:30 ci si sposta nello spazio Feltrinelli del Biografilm Village con Pupi Avati che firmerà copie del suo La grande invenzione, edito da Rizzoli: la sua vita da ragazzo a Bologna, le avventure del dopoguerra, lo scoperta del cinema, Roma, l’amore per la musica.

Pupi Avati e Lilli Gruber saranno i protagonisti della Biografilm Jazz Night al Bio Parco del Cavaticcio. Alle 19:30 la giornalista presenta Eredità (Rizzoli) accompagnata dal quartetto jazz di Winfried Gruber. La storia della sua famiglia che si intreccia con un pezzo della storia d’Italia: il Sudtirolo tra le due guerre, il sogno dell’impero austroungarico e l’incubo del fascismo, la tragedia del nazismo. Per la prima volta, sarà sul palco a fare da contrappunto alla lettura Winfried Gruber, musicista jazz noto alla scena viennese, assieme a un quartetto per l’occasione italiano: Gigi Sella, Davide Garattoni e Giancarlo Bianchetti. La non-stop prosegue alle 21.30 con un’esclusiva reunion della Doctor Dixie Jazz Band, la storica band di Pupi Avati, che ancora oggi calca i palchi cittadini. La band amatoriale più longeva d’Europa, attiva dal 1952, propone un concerto in omaggio ad Avati, suo antico membro, ancora oggi profondamente legato ai vecchi compagni di prove, concerti e viaggi.

Le proiezioni della giornata proseguono alle 19:30. Sempre per il Concorso Internazionale, Elena di Petra Costa (Odeon, sala B), mentre alle 21:00 c’è The Act of Killing di Joshua Oppenheimer. Alle 20:00 il Bio Awards presenta No. I giorni dell’arcobaleno di Pablo Larrain (Odeon, sala D). Activism ospita alle 20:30 TPB AFK: The Pirate Bay Award from Keyboard di Simon Klose: anteprima italiana del film che ha per protagonisti i giovani svedesi fondatori di un sito di condivisione di file, poi denunciati per violazione di copyright (sala Scorsese, Lumière). A seguire, alle 22:00, Les Lip di Christian Rouaud, racconto a più voci di un grande sciopero in una fabbrica di orologi che interessò la Francia negli anni settanta (sala Scorsese, Lumière).

Contemporary Lives chiude alle 21:30 con The Missing Piece: The Truth About Vincenzo Peruggia and the Unthinkable Theft of the Mona Lisa di Joe Medeiros, in anteprima internazionale (sala Mastroianni, Lumière): furti, misteri e spy story attorno a una delle opere d’arte più celebri al mondo.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato sabato 15/06/13 alle ore 11:00 e classificato in Lifestyle » Film, Musica & (e)Books . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 15 dicembre 2017 10:57

  • Archivi