Web & Social » Novità dal Web

Yahoo! dice addio ad Altavista

Yahoo! continua la sua corsa al restyling tra acquisti e tagli. L’ultima “vittima” di Marissa Mayer è una vittima di rilievo, Altavista.

Il popolare servizio, uno dei primi motori di ricerca di pagine web nato nel 1995 e divenuto il motore ufficiale di Yahoo! nel 1996, l’8 luglio 2013 cesserà di esistere.

Ideato da Paul Flaherty, Louis Monier e Michael Burrows, nei laboratori della Digital Equipment Corporation, Altavista portava con sé due notevoli innovazioni: da una parte utilizzava un crawler, che setacciava a intervalli di tempo le pagine web nel mondo ed era già proiettato verso il futuro e non tarato solo per le pagine che esistevano al tempo. L’altra consisteva in un hardware composto di ben 20 macchine multiprocessore con motore Dec Alpha a 64 bit, 130 Gb di Ram e 500 Gb di spazio su disco.

Grazie a questo e al particolare algoritmo che garantiva un tempo medio di ricerca di 0,7 secondi, nei suoi primi 12 mesi di vita raggiunse 25 milioni di utenti mensili.

Nel 1998, quando la Digital venne acquistata dalla Compaq, il motore di ricerca divenne un vero e proprio portale autonomo, ma la concorrenza di Google e la mancanza di investimenti lo avevano già da tempo “affossato”.

Ora arriva l’annuncio ufficiale: l’8 luglio verrà definitivamente oscurato.

AltaVista non è solo e va ad aggiungersi agli altri servizi che Yahoo! dismetterà in queste settimane tra cui Yahoo! Axis, Yahoo! Browser Plus, Citizen Sports, Yahoo! WebPlayer, FoxyTunes e Yahoo! RSS Alerts, Yahoo! Neighbors Beta, Yahoo! Downloads Beta, Yahoo! Local API e Yahoo! Term Extraction API.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 01/07/13 alle ore 12:30 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 24 luglio 2017 04:51

  • Archivi