Mobile & Tech » Hi-Tech

I problemi cardiaci si diagnosticano indossando una t-shirt

Per sottoporsi all’elettrocardiogramma, oggi, il paziente deve stendersi su un lettino dove gli vengono applicati, con un gel, alcuni elettrodi, di solito quattro sugli arti e sei sul torace. Questa situazione può creare qualche difficoltà o imbarazzo e certamente viene percepita come poco confortevole.

La società giapponese NTT ha presentato a Tokyo un nuovo metodo, facile e veloce, per misurare il battito cardiaco indossando una maglietta. Potrebbe sembrare una soluzione futuristica, e invece oggi è già realtà. I risultati dei test cardiaci, portati avanti con la t-shirt, sono infatti considerati attendibili quanto quelli ottenuti tramite un regolare elettrocardiogramma. La società giapponese continuerà comunque le ricerche al fine di verificare le reali potenzialità della maglia e condurrà anche esperimenti su altri 100 soggetti volontari, non solo cardiopatici.

Questa t-shirt è in grado di monitorare l’attività cardiaca grazie ad un particolare tipo di tessuto, composto da seta o fibra sintetica, e ricoperto di elettrodi nella parte interna, quella a contatto con il corpo. Il paziente dovrà semplicemente indossarla facendola aderire in maniera perfetta e questo sarà sufficiente per monitorare il battito del cuore anche durante lo svolgimento di attività fisiche ed eventualmente verificare la presenza di problemi cardiaci nel soggetto esaminato.
Gli elettrodi indossabili sono fabbricati con una fibra conduttiva costituita da seta o da un nucleo di fibra sintetica rivestito con un polimero conduttivo chiamato PEDOT-PSS. Questo polimero dispone di un’eccellente biocompatibilità e può fornire misure ECG con una stabilità equivalente a quella degli elettrodi convenzionali.

Il tempo di monitoraggio è sicuramente maggiore di quello che di solito viene impiegato per un esame cardiologico, ma questa invenzione costituisce uno strumento meno intrusivo e meno impegnativo per il paziente.

I bio-elettrodi installati in questa maglia non subiscono danni, sono morbidi al tatto, elastici, traspiranti e non causano nessuna reazione. Durante un elettrocardiogramma tradizionale può invece accadere che al paziente compaiano dermatiti o irritazioni della pelle dovute all’uso del gel. Sempre durante la conferenza di presentazione a Tokyo, è stato dimostrato che la t-shirt può tranquillamente essere indossata sotto un altro capo di abbigliamento, l’importante è che rimanga sempre aderente al busto. Questo nuovo metodo quindi permette di eseguire monitoraggi a lungo termine e per questo costituisce un’invenzione particolarmente utile nei casi in cui il battito necessita di un esame costante per tutta la giornata, in particolare nei soggetti a rischio. Per gli sportivi, potrebbe rappresentare uno strumento di monitoraggio costante per la propria condizione fisica.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 26/08/13 alle ore 15:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 26 maggio 2017 22:54

  • Archivi