Lifestyle » Eventi

I Nobel dei più strambi: gli IG Nobel

I premi Nobel forse un giorno se ne dovranno preoccupare. Di chi? Degli ideatori delle ricerche più strambe e improbabili, premiati ogni anni con gli IG Nobel, dal gioco di parole che in inglese allude a premi “ignobili”.

La goliardia è alla base delle scherzose premiazioni portate avanti da ormai ben ventitré anni dagli studenti della Society of Physics dell’Università di Harvard, ma è solo la base appunto. Gli IG Nobel infatti “prima fanno ridere, poi fanno riflettere”, come si legge anche nel sito ufficiale della manifestazione.

Ed è proprio così, perché ogni anni l’interesse del mondo accademico è tanto. E i vincitori stanno al gioco volentieri e vanno ad Harvard, dove vengono premiati da autentici premi Nobel. Alla cerimonia di consegna di quest’anno, c’erano Roy Jay Glauber, Frank Wilczek e Sheldon Lee Glashow (premi Nobel per la fisica) e Erik Maskin (premio Nobel per l’economia).

Tante risate, tanti spunti strampalati e un po’ assurdi, ma perché no, interessanti. Come quello della ricerca tutta italiana che ha ricevuto il premio per la fisica, “Humans Running in Place on Water at Simulated Reduced Gravity“, condotta sulle lucertole e tesa a dimostrare che anche gli uomini potrebbero camminare sulla superficie di uno stagno se fossero sulla Luna, dove la forza di gravità è molto ridotta rispetto alla Terra.

O ancora quella che si è aggiudicata il premio per l’ingegneria di sicurezza grazie a un sistema per intrappolare gli aspiranti dirottatori aerei, chiuderli in un botola, impacchettarli e paracadutarli direttamente nelle mani della polizia (“Anti hijacking system for aircraft“).

Divertente (e vero?) poi il vincitore del premio per la psicologia, “Beauty Is in the Eye of the Beer Holder’: People Who Think They Are Drunk Also Think They Are Attractive”, che attraverso esperimenti empirici ha dimostrato che la gente ubriaca pensa di essere più attraente.

Per la chimica poi sono stati premiati alcuni scienziati giapponesi che hanno studiato il processo biochimico a causa del quale le cipolle ci fanno piangere, che si è rivelato molto più complesso di quello spiegato finora (Nature, “Plant Biochemistry: An Onion Enzyme that Makes the Eyes Water”).

Un team di Gran Bretagna, Olanda e Canada è invece stato premiato per uno studio sul calcolo delle probabilità, che ha stabilito che quanto più tempo impiega una mucca a sdraiarsi, tanto più è probabile che si alzerà rapidamente in piedi. E ha sempre per protagonista il mondo animale il premio congiunto in biologia e astronomia andato a un team internazionale che ha scoperto che quando gli scarabei perdono la strada riescono a orientarsi guardando la Via Lattea.

Novità dell’edizione 2013 il premio per la pace, assegnato al presidente bielorusso, Alexander Lukashenko, per aver dichiarato illegale applaudire in pubblico, e alla polizia bielorussa per aver “arrestato un uomo con un braccio solo che applaudiva”. Unico premio non consegnato perché i vincitori non si sono presentati.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 17/09/13 alle ore 10:00 e classificato in Lifestyle » Eventi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 23 maggio 2017 07:02

  • Archivi