Mobile & Tech » Apps & Games

La chat in mobilità: tra le attività più diffuse sugli smartphone

A giudicare dalle app più scaricate nel mondo, gli utenti non sembrano voler rinunciare al lato social, ma mettono sempre al primo posto la possibilità di comunicare e di divertirsi con leggerezza. Dei messaggi non possiamo farne a meno, e come si evolvono gli smartphone, altrettanto fanno le piattaforme per la messaggistica istantanea, innovate e reinterpretate a seconda delle esigenze dell’utenza.

La gara è sostanzialmente a tre: WhatsApp al ritmo di 350 milioni di utenti attivi al mese. La nipponica Line, fondata nel 2009 con 300 milioni in tutto il mondo, anche se non è chiaro se attivi o complessivi e al terzo posto la cinese WeChat, con circa 240 milioni di utenti attivi. Nella classifica non rientrano Messenger e Skype, poiché sono servizi che sfruttano il loro legame con una piattaforma più estesa, ovvero Facebook e Microsoft.

Line, cresciuta velocemente fino ad arrivare ad un passo dalla celebre americana WhatsApp, è un’app giapponese che mescola giochi, social e videochiamate. WhatsApp, ancora la più diffusa, sta introducendo diverse novità, come una rinnovata lista dei preferiti, funzioni di fotoritocco o di modifica dei video prima dell’invio. Crescono anche i cinesi di WeChat, che si diversifica in parte per la possibilità di geolocalizzare nuovi contatti e video chiamare in HD. Sta andando benissimo in Africa e America Latina.

L’intero settore delle social chat app sta esplodendo, premiando la convergenza dei servizi. Il segreto della crescita di Line, infatti, sta nell’integrazione totale delle funzioni. Multipattaforma (iOS, Android, Windows Phone e Blackberry) dispone di una versione desktop per PC e MAC. A livello di esperienza utente, propone un po’ di tutto: dagli emoji agli stickers oltre a una timeline in pieno stile facebook. Ci si può messaggiare o inviare messaggi vocali, ma anche telefonare gratuitamente in tutto il mondo. A completare l’offerta un QR Code per connettersi automaticamente e tante altre funzioni.

L’evoluzione della socialità è quindi sulle piattaforme di comunicazione istantanea. Paradossalmente si tratta di un ritorno alla realtà e un allontanamento dalle conoscenze tutte virtuali imposte, tra gli altri, da Facebook. I contatti delle social app sono quasi tutti amici della vita vera (serve il numero di telefono) o persone che si trovano nelle vicinanze.

Ma attenzione: il leader di oggi, potrebbe non esserlo tra sei mesi. Sta arrivando sulla scena anche SnapChat, usata in gran parte dagli adolescenti e ultimamente nelle mire di Facebook, che nel frattempo potrebbe essere al lavoro su un servizio di messaggistica dedicato a Instagram.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 11/12/13 alle ore 10:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 28 aprile 2017 02:38

  • Archivi