Web & Social » Novità dal Web

Record di malware nel III trimestre 2013: 10 milioni i nuovi esemplari rilevati

Panda Security, multinazionale europea leader nello sviluppo e nella commercializzazione di soluzioni di sicurezza integrata, ha pubblicato il report sul malware del III trimestre 2013, realizzato nei propri laboratori. È emerso un dato impressionante: in soli nove mesi una quota di 10 milioni di esemplari identificati. Un record ottenuto dagli autori di malware che costituisce una quantità pari a quella rilevata nei dodici mesi del 2012.

Abbiamo assistito dunque ad un aumento generale degli attacchi, in particolare dei trojan (78% degli attacchi) che restano la minaccia più diffusa e la causa principale di infezioni. I trojan sono al primo posto con il 75,85%, seguiti da worm con il 13,12%, dai virus con il 9,23% e adware-spyware con 0,57%.

Android continua a essere la più presa di mira tra le piattaforme, nonostante sono stati rilevati alcuni attacchi di elevato profilo verso iOS.

Tra i codici più rilevanti degli scorsi mesi si è imposto CryptoLocker, un nuovo ransomware che sequestra i documenti degli utenti e richiede un riscatto. Si è registrato anche un significativo incremento del numero di attacchi che sfruttano la tecnica del DNS cache poisoning, in grado di colpire alcune importanti pagine web in Malaysia, tra i quali i siti locali di Google, Microsoft e Kaspersky.

L’America Latina costituisce l’area con il numero più elevato di attacchi, ma nella classifica dei 10 paesi più colpiti la Cina è al primo posto con circa il 60%, seguita da Turchia (46,58%) e Perù (42,55%). L’Europa, fortunatamente, rientra tra le aree con il minor numero di infezioni. Le nazioni meno colpite sono i Paesi Bassi (19,19%), Il Regno Unito (20,35) e la Germania (20,60%). L’Australia resta l’unica zona extra-europea con una percentuale relativamente bassa, con il 26.67%.

I principali consigli per contrastare questo triste fenomeno rimangono quelli di installare programmi antifurto, di scaricare app solo dagli store ufficiali e di stare attenti ai permessi che ciascuna app richiede in sede di installazione.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 13/12/13 alle ore 12:00 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 23 maggio 2017 07:04

  • Archivi