Web & Social » Social Media

Facebook: migliorare l’interazione uomo-macchina per soddisfare le esigenze degli utenti

Facebook ha inaugurato un nuovo laboratorio per leggere le emozioni degli utenti, con a capo il docente della New York University, Yann LeCun, una voce già affermata nel campo del deep learining, una branca della ricerca sull’IA che studia come analizzare dati usando reti simulate delle cellule cerebrali. Un vero e proprio laboratorio di ricerca sull’Intelligenza Artificiale per realizzare software in grado di leggere in un testo anche le emozioni di chi lo ha prodotto.

Una delle tre sedi del laboratorio di ricerca AI è a New York e dista un solo isolato dal campus della NYU, mentre le altre due località coinvolte saranno Londra e Menlo Park. Il Center for Data Science dell’università porterà avanti una stretta collaborazione con il social network e l’obiettivo sarà comune: ottenere nuovi risultati nel campo dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento delle macchine.

L’annuncio di questa nuova iniziativa intrapresa da Facebook è arrivato con un post del ricercatore LeCun, già conosciuto nel suo campo per aver sviluppato uno dei sistemi per il riconoscimento della scrittura umana più utilizzati a livello globale in campo bancario. La sua esperienza può aiutare il social network blu a determinare cosa gli utenti vogliono vedere nel News Feed, ma anche ad esempio come vogliono organizzare le proprie foto.

Facebook, con oltre 1 miliardo di utenti attivi, si sta impegnando a valorizzare l’enorme quantità di dati condivisi dai suoi iscritti attraverso messaggi, foto, video, interessi e voti. Attraverso questo nuovo team di ricerca mira, a lungo termine, a rendere sempre più pertinente agli interessi degli utenti il flusso di notizie sul wall e sviluppare servizi basati sui gusti degli utenti.

Tecniche avanzate che, secondo alcuni studiosi, portano anche a capire quali sono le inserzioni pubblicitarie sulle quali un utente è più incline a cliccare. Inoltre Facebook, costantemente al lavoro per migliorare l’algoritmo che decide cosa i suoi utenti visualizzano nel flusso di notizie, ha annunciato di recente un importante aggiornamento in base al quale gli utenti già da ora visualizzano le notizie più rilevanti e le condivisioni più interessanti dei contatti.

Facebook non è l’unico protagonista interessato al settore dell’IA, è stato infatti preceduto da altre grandi aziende come IBM, Yahoo! e Google, che ha riunito un team guidato dal professore dell’università di Toronto, Geoffrey Hinton e da Ray Kurzweil.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 26/12/13 alle ore 11:00 e classificato in Web & Social » Social Media . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

I commenti sono chiusi.

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 27 giugno 2017 03:49

  • Archivi