Mobile & Tech » Apps & Games

La Barbie è grassa? Arriva un’app di chirurgia plastica per bambini per renderla di nuovo “bella”: e scattano le polemiche

Ormai, lo sappiamo, ci sono app per ogni attività, dedicate a ogni tema, ma capita di imbattersi in casi che toccano temi tali da far riflettere, soprattutto quando sono rivolte ai più piccoli. Questo è il caso, ad esempio, della nuova app di Corinna Games, ‘Plastic surgery & plastic doctor & plastic hospital office for Barbie version’.

“La vostra Barbie è troppo grassa e nessuna dieta la può aiutare? Nessun problema, nella nostra clinica potete curarla con la liposuzione, un paio di tagli nel posto giusto, e la ritroverete di nuovo magra e bellissima. Questa la descrizione dell’applicazione per iOS dedicata ai bambini dai nove anni in su e disponibile su iTunes da inizio anno, che incoraggia in pratica i giocatori a modificare il corpo di Barbie quando questo esce dai “canoni” di bellezza.

Le reazioni ovviamente non si sono fatte attendere e le polemiche sono state furiose, sia contro gli sviluppatori dell’applicazione, che contro Apple, che non ha tuttavia risposto o commentato.

L’app, colpevole di offrire un’immagine del corpo della donna standardizzata e di collegare la felicità della stessa all’apparenza estetica, oltre che di inculcare nei più piccoli un’idea di chirurgia plastica come strumento per essere felici, è stata segnalata in prima linea su Twitter dall’associazione contro le discriminazioni Everyday sexism.

Nel caos della polemica è inoltre emerso che anche sullo Store Google Play è presente un’app molto simile, con i medesimi concetti nella descrizione, dal nome ‘Chirurgia plastica’, sviluppata da Natalya Staritsyna, scaricata già da quasi un milione di persone e disponibile senza limiti di età, limiti peraltro imposti su iTunes non per il tema di per sé, ma solo per la presenza nell’app di “una minima percentuale di realistica violenza” data dall’ambiente della sala operatoria.

Fin dove si può spingere un gioco? Il potere dei device, soprattutto in mano ai più piccoli, è grande e sottile e gli strumenti per costruire e diffondere un pensiero possono passare anche attraverso un gioco.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 16/01/14 alle ore 16:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 17 dicembre 2017 18:33

  • Archivi