Mobile & Tech » Hi-Tech

Shapify.me, quando l’autoscatto non basta più

I selfie saranno presto “fuori moda” e al posto degli autoscatti useremo le “autostampe”. Stamparsi in 3D è già possibile grazie ad Artec Group – azienda di stampanti 3D con sede a Lussemburgo -  e a Shapify.me.

Se oggi i nonni sono pieni di cornici con le nostre foto, un giorno le loro case potrebbero essere piene di pupazzetti in miniatura che ci rappresentano, una via di mezzo tra un affettuoso ricordo e un soprammobile.

Riprodursi in tre dimensioni è facile. Basta scaricare il software gratuito dal sito Shapify.me e avere una Kineckt (la telecamera dell’Xbox) da collegare al computer per farvi “scansionare”. La Kinect va piazzata all’altezza della cassa toracica, assicurandosi che non ci siano oggetti di mezzo che possano ostruire i sensori. Per rendere la vostra rappresentazione “scultorea” ottimale, l’area di scanning dovrebbe essere di circa 2 mq, spazio nel quale potrete facilmente fare piccoli giri di 45 gradi, e dovrà essere completamente libera da sedie o altri oggetti. Cercate poi di trovare un ambiente con una luce naturale e uniforme.

Una volta terminata la scansione, il vostro corpo sarà ricostruito graficamente e, a questo punto, potrete scegliere di mandare in stampa e ordinare, sempre dal sito, il vostro “mini selfie” tridimensionale alla modica cifra di 59 dollari.

Per veri megalomani.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato domenica 02/02/14 alle ore 11:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 28 maggio 2017 08:40

  • Archivi