Mobile & Tech » Hi-Tech

Google compra casa a New York: arriva il primo store monomarca?

Gli smartwatch, i portatili e i laptop Chromebook, la gamma di smartphone e tablet Nexus, infine l’imminente arrivo dei Google Glass: la famiglia di prodotti “made in Google” si sta allargando sempre di più, ed è dunque normale che tornino le voci di una scelta che si attende da anni, e che darebbe una svolta alla storia del colosso di Mountain View. Si tratta dell’apertura di uno store fisico, così come Apple e Microsoft hanno fatto e stanno tuttora facendo espandendosi in diversi Paesi del mondo.

Una scelta importante, ma che fino ad oggi Google ha sempre smentito. Big G è rimasto fedele al web, vendendo i suoi dispositivi esclusivamente online tramite il Play Store o altri e-commerce ad hoc.  Un’altra voce era nata dai lavori di Google sulle chiatte galleggianti ormeggiate al largo di San Francisco, ma da fonti ufficiali è trapelato che non si tratterà di un retail store, bensì di spazi in cui entrare in contatto con le nuove tecnologie sviluppate dal gruppo. Il mercato però è fluido, in continua trasformazione, e la sua evoluzione potrebbe aver influito sulla decisione di adottare nuove strategie.

In una di queste rientra l’accordo di locazione per occupare uno stabile al 131 di Greene Street a Manhattan: uno spazio grande circa 4100 metri quadrati, e posto vicino a high-end fashion retailer di grandi griffe internazionali come Hugo Boss, Ralph Lauren, Tiffany & Co., Louis Vuitton, e tra l’altro, Apple. Un luogo centrale per lo shopping, basti pensare che negli ultimi due anni, gli affitti hanno raggiunto l’astronomica cifra di circa 300 dollari a metro quadro, ed uno stabile nella stessa strada e delle medesime dimensioni ha visto incrementare il suo valore dai 17.5 milioni di dollari di due anni fa agli attuali 70 milioni di dollari.

L’apertura del primo negozio fisico potrebbe addirittura segnare l’inizio della commercializzazione dei prodotti studiati all’interno dei laboratori di Google X, il progetto segreto che vede a capo Sergei Brin, uno dei fondatori del motore di ricerca, che da tempo starebbe lavorando su progetti come la Google Car, l’auto che si guida da sola, ed altri progetti di robotica nati dopo l’acquisizione della Boston Dynamics.

Per il momento non si conoscono i piani futuri di Google, ma di certo il primo negozio a New York rappresenta solo l’inizio di un nuovo modello di business che partirebbe senza dubbio dagli USA, ma con l’obiettivo di arrivare presto in Europa. Sarà così? Non resta che attendere gli sviluppi nel corso delle prossime settimane.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 14/03/14 alle ore 16:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 28 marzo 2017 06:27

  • Archivi