Mobile & Tech » Hi-Tech

Oggetti davvero “fatti in casa” grazie alle stampanti 3D

Dicevano alcuni importanti sociologi americani che non si può non comunicare: ognuno di noi, anche con un semplice sguardo, un piccolo gesto, trasmette e condivide qualcosa con gli altri, sempre. Forse oggi però è il momento di aggiungere che non si può non produrre, e che anche senza un qualcosa che chiamiamo fabbrica o industria, anche senza particolari competenze tecniche, noi possiamo realizzare un oggetto in piena autonomia, limitandoci a pigiare un semplice tasto.

Per farlo basta avere in casa una stampante in formato 3D. Tecnicamente si tratta di una tipologia di macchinario che non imprime più un’immagine o un testo su un materiale piano, ma può replicare qualsiasi modello in tre dimensioni: dai prototipi agli oggetti riprodotti in scala, fino alle protesi mediche. Le “cartucce” di stampa sono composte nella maggior parte dei casi da filamenti utilizzati per la creazione del materiale di deposito, ma non si tratta di un prodotto innovativo al 100%: la loro sperimentazione comincia negli anni’80, e il loro ambito d’azione è sempre stato quello industriale, per la realizzazione di prototipi in modo relativamente rapido e poco costoso.

Negli ultimi anni però sono fioccate diverse novità, soprattutto a livello di distribuzione e di target del prodotto. La prima di queste la troviamo nel popolare portale svedese The Pirate Bay, che all’inizio del 2012 ha aperto una sezione dedicata proprio alla condivisione dei file da dare in pasto a questa tipologia di stampanti per realizzare modelli di qualsiasi tipo: una scelta che ha aperto una strada, ed oggi sono svariate le applicazioni delle stampanti 3D, dall’arte della stilista olandese Iris van Harpen alla medicina, con ricerche per nuovi modelli di protesi e persino tessuti o vasi sanguigni da impiantare nei pazienti.

Ad oggi quindi la stampa 3D non è più un’esclusiva delle grandi aziende o di professionisti (come nel caso di BigRep ONE o Mark One), ma presenta tutte le potenzialità per raggiungere l’ambito domestico. Il merito principale va attribuito ai costi, con alcuni modelli che possono essere acquistati anche a meno di 1.000 euro, ma è più in generale l’idea di self-design, distribuzione digitale e costi di produzione vicini allo zero a creare interesse di consumatori, con la nascita di nuovi servizi online.

Proprio in questi giorni ad Austin, in occasione al festival di musica e media South by Southwest, è stato lanciato il nuovo servizio online Easel.com: per tutti ci sarà la possibilità di disegnare il proprio prototipo in modo intuitivo, di scegliere il materiale e di produrre il nuovo oggetto con la propria stampante, anche in maniera seriale.

Altra piattaforma per mettere la propria stampante 3D a disposizione di chiunque è 3D Hubs. Lanciato nell’autunno scorso da Bram de Zwart (CEO) e Brian Garret (CTO), due ex dipendenti del gruppo 3D Systems, il sito conta già centinaia di profili attivi in Italia (solo a Milano 60), e mette in comunicazione coloro che sono in possesso di una stampante 3D con chi ha la necessità di utilizzarla. Una sorta di social network, dunque, con tanto di mappa territoriale che aiuta a capire quanto dista il punto più vicino per la stampa. Dal punto di vista dei prezzi la scelta spetta a chi fornisce il servizio, con un 15% che va ai gestori della piattaforma, in veste di mediatori tra domanda e offerta.

Per un approdo sul mercato del largo consumo è davvero questione di tempo, tanto che lo scorso ottobre, durante il Canalys Channels Forum di Bangkok in Thailandia, il CEO di HP Meg Whitman disse: “La stampa 3D è ancora agli inizi. Si tratta di una grande opportunità. Avremo qualcosa entro la metà del prossimo anno (il 2014, ndr). L’ipotesi è che bisognerà attendere almeno tre anni affinché le stampanti 3D diventino prodotti di massa“, ma l’ingresso di un big storico nel mercato aumenterà sicuramente la concorrenza, innescando un’ulteriore riduzione dei prezzi.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato domenica 16/03/14 alle ore 11:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 28 maggio 2017 16:55

  • Archivi