Web & Social » Social Media

In auto, responsabilmente, con Giuseppe Lanzi e DriveXone

Grazie a Drive Xone, il dispositivo progettato da Vodafone Xone per far dialogare l’automobile con il nostro smartphone, la super automobile di Giuseppe ci condurrà alla scoperta delle realtà sostenibili che incontra ogni giorno sulla sua strada. Seguila su Twitter e Instagram con #SuperDrive. Oggi conosciamo il suo proprietario.

Di cosa ti occupi e dove ti troviamo in rete?
Giuseppe:”Dopo molti anni passati all’estero occupandomi di cooperazione allo sviluppo, nel 2005 sono rientrato in Italia dove ho fondato Sisifo Italia che si occupava di comunicazione ambientale e responsabilità ambientale di impresa. A luglio del 2013 abbiamo realizzato la fusione con Vita Consulting facendo nascere Vita Makers della quale sono fondatore e amministratore delegato. Siamo passati dalla sostenibilità alla resilienza di cui abbiamo coniato una definizione adatta alle imprese. Facciamo parte del Gruppo Vita che è piuttosto particolare perchè, pur essendo quotato, non fa redistribuzione di utili e pubblica il Mensile del Non Profit www.vita.it. In rete credo di essere ovunque a cominciare da LinkedIN o twitter @lanzigiuseppe. “

Ti piace l’idea di avere una mappa dei tuoi spostamenti in macchina?
Giuseppe:”Si! Vivo a Bassano del Grappa che non è servita benissimo da treni e autostrade e quindi utilizzo molto l’auto. La società ha uffici a Milano, Bassano e Bruxelles. Lo scorso anno ho percorso oltre 50.000 km; non avendo trovato un’auto elettrica adatta, almeno viaggio a GPL. Avere uno storico lo trovo molto utile. Faccio molta strada per lavoro ma anche perché ho tre figli piccoli (Pieralberto 4, Giovanni 6 e Francesco 8 anni) e cerco di rientrare il più possibile a casa!”

I media digitali ci aiutano a tenere traccia dei nostri ricordi: è meglio o peggio di quando li affidavamo solo alla nostra memoria?
Giuseppe: “Siccome li usiamo professionalmente facendo un vero e proprio stakeholder engagement digitale, farò sorridere qualcuno dicendo che li uso anche con finalità familiari. Essendo spesso fuori, so che mia moglie Chiara mi tiene monitorato e sa sempre dove sono… bè, quasi sempre ;) . Se riesco a capire chi non vuole usarli, capisco molto meno chi li usa poi si lamenta perché si vede ciò che pubblica. Non l’ha ordinato il dottore di esserci, no? Io li uso sia per lavoro condividendo contenuti che reputo interessanti, ma anche per uso “familiare”: i miei figli – con i genitori – possono condividere un compleanno o un bel momento con i nonni in Emilia, i cuginetti in Messico o quelli in Germania; a me questo piace.”

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 24/03/14 alle ore 10:00 e classificato in Web & Social » Social Media . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 27 aprile 2017 01:23

  • Archivi