Mobile & Tech » Hi-Tech

Cala in Italia il mercato digitale: -4,4% in due anni

Se il mercato delle app sorride, tanto che il mondo mobile crea l’1,6% del nostro PIL, la prospettiva cambia analizzando le performance dell’intero mondo del digitale nel periodo 2012-2013. Un mondo che comprende mobile ma anche telecomunicazioni e Information Technology e rispetto al quale la fotografia di Assinform e NetConsulting mostra, piuttosto chiaramente segnali di difficoltà. Il primo di questi è relativo alla percentuale di PIL dedicata agli investimenti nel digital. Se la media Ue28 è del 6,5%, in Italia non si va oltre il 4,8%, a fronte del 6,8% della Germania, del 7% della Francia e del 9,6% del Regno Unito. In termini assoluti, si tratta di un gap di circa 25 miliardi di euro, ancora più pesante considerando che, nel mondo, i capitali per il digitale crescono (+3,5% nell’area nordamericana, + 5,8% in America Latina, + 6,6% nell’ Asia/Pacifico).

Così il mercato digitale in Italia scende a 65,162 miliardi di euro, in calo del 4,4% rispetto al 2012. Una flessione in controtendenza rispetto al +3,8%  mondiale (per un valore di 4.379 miliardi di dollari), che segue al -1,8% registrato fra 2011 e 2012, e che sconta la forte perdita nei servizi di rete Tlc (-10,2%, pari a circa 3 miliardi di euro in meno). Anche l’Europa è in calo, anche se il dato è meno preoccupante: -0,9%, pari a 1.082,9 miliardi di dollari.

Facendo un conto per singole macroaree, a perdere quota nel 2013 sono stati dispositivi e sistemi (-2,3%, pari a quota 16.889 milioni); servizi Ict (-2,7%, pari a 10.245 milioni) e soprattutto servizi di rete Tlc (-10,2%, pari a 24.490 milioni) nei quali, a fronte di una crescita del Cloud (+32%, pari a 753,3 milioni) e di un calo fisiologico della rete fissa, il si accentua il trend negativo della rete mobile, scesa del 13,8%, pari a 14.270 euro. In questo caso i servizi a valore aggiunto (1.120 milioni; +25,1%) non hanno potuto compensare il calo dei servizi di dati e messaggistica (-2,2%, pari a 5.240 milioni).

Aree positive sono invece software e soluzioni Ict (+2,7%) proprio grazie alla spinta dalle app, ed e-content e digital advertising (+5,6%), in cui sono cresciute tutte le componenti a eccezione di quella video (-1,8%, pari a 3025 milioni). Più in dettaglio hanno subito incrementi importanti i contenuti per e-book (+79,2%, pari a 43 milioni); la musica (+17,6%, pari a 120 milioni), il mobile entertainment (+20%, pari a 1.054 milioni), il gaming (+11,9%, pari a 1.605 milioni), l’editoria online (+9,2%, pari a 213 milioni) e il digital advertising (+3,7%, pari a 1.553 milioni).

Commenti (2)
Questo articolo è stato pubblicato sabato 05/04/14 alle ore 15:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 22 settembre 2017 20:44

  • Archivi