Mobile & Tech » Apps & Games

Festeggiare i 30 anni di Tetris…usando un grattacielo

Alzi la mano chi non ha mai giocato a Tetris. Il popolarissimo videogioco di “mattoncini” , con i suoi cubetti da mettere in fila o in diagonale, ha scervellato e stimolato l’immaginazione di almeno quattro generazioni. Non sono poche, infatti sabato scorso il primo prodotto di punta della Game Boy Nintendo – e ideato dal russo Alexei Pajtov - ha spento le 30 candeline.  Eppure questa istituzione del gaming non sembra ancora abbastanza vecchia per andare in pensione. Se infatti i blocchetti colorati sono gli stessi di sempre, quello che cambia è lo sfondo: non lo schermo di un videogioco, bensì la facciata di un grattacielo.

Infatti per celebrare questo compleanno piuttosto speciale, la Tetris Company ha lavorato con il professor Frank Lee della Drexel University per creare una versione di Tetris giocabile sul Cira Centre Building di Philadelphia. Così un grattacielo di 29 piani si è prestato come schermo per consentire a centinaia di appassionati un po’ di divertimento con la più grande versione mai concepita.

Davvero un bel battesimo per l’edizione 2014 del media event dedicato al mondo digitale Philly Tech Week, anche se non è la prima volta che ci capita di vedere Tetris giocato utilizzando le luci di un palazzo. Nell’aprile del 2012, sulla facciata del palazzo del Mit (alta 21 piani), alcuni ricercatori sono riusciti ad accendere il Tetris più grande del mondo. Almeno fino a sabato scorso. Le centinaia di luci a LED integrate nel vetro della facciata del palazzo normalmente mostrano disegni colorati, stavolta invece si trattava di blocchi giganti che scendevano lungo il grattacielo. Inoltre la partita non è stata una semplice gara tradizionale: ben due team si sono sfidati sulle facciate nord e sud del palazzo, e quando l’uno terminava una riga, l’altro si ritrovava più blocchi al turno successivo. “Purtroppo” le due formazioni non potevano neanche disturbarsi durante il gioco, perché erano distanti qualche miglio l’uno dall’altro. Il  tutto era controllato con joystick collegati ai LED via 4G.

Nel frattempo, si creava uno spettacolo in contrasto con il cielo notturno: uno spettacolo che spettatori e giocatori hanno ammirato, pensando a come la tecnologia possa stupirci sempre. Anche con un classico.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 09/04/14 alle ore 15:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

lunedì 18 dicembre 2017 08:08

  • Archivi