Mobile & Tech » Apps & Games

Non sai dov’è il tuo smartphone? Con Marco Polo basta chiamarlo per scoprire dove si trova

Uno smartphone di qualità rappresenta sempre un investimento, eppure i casi di smarrimento sono sempre numerosi. Solo negli Stati Uniti il valore “smarrito” arriva a circa 30 milioni di dollari ogni anno con ben 4,5 milioni di modelli persi nel solo 2013. Non stupisce dunque che il dato mondiale sfiori il mezzo miliardo.

Proprio con l’obiettivo di “abbattere” queste cifre, esistono strumenti integrati o scaricabili in grado di  farci tornare sui passi del nostro device. Numerose sono le app che su iPhone e dispositivi Android ci permettono di rendere la nostra ricerca meno disperata: Trova il mio iPhone e Lookout sono per esempio i cavalli di battaglia per i made in Cupertino, ma neanche il robottino scherza, schierando sul campo Prey Anti-Theft, Where’s My Droid oppure Android Lost. Dunque un’offerta ricchissima, con tante alternative a disposizione, ma nessuna come quella che da qualche giorno è a disposizione degli utenti iOS.

Si tratta di Marco Polo, e non si limita a sfruttare come gli altri il sistema di geolocalizzazione dei nostri telefoni, quello che per intenderci facilita la navigazione satellitare, oppure funzioni più social come il geo-tagging della propria posizione e delle fotografie scattate dallo stesso dispositivo.

Con questa app infatti basterà soltanto la nostra voce, completamente offline, e senza connessione Wi – Fi o cellulare necessaria. Dunque sarà sufficiente gridare il nome “Marco”, e se si trova nei paraggi lo smartphone risponderà “Polo”. A quel punto sarà sufficiente seguire la voce, visto che l’applicazione è in grado di rispondere persino da una stanza diversa da quella dove vi trovate. Con Marco Polo si possono registrare fino a 30 tonalità di voce, e l’app funziona silenziosamente in background, quindi non vi disturba fino a quando non si decida di chiamarlo.

Marco Polo quindi resta una simpatica alternativa, anche se tendenzialmente viste le sue caratteristiche funziona soprattutto all’interno delle mura domestiche, o comunque in ambienti chiusi. E questo è un limite.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 27/05/14 alle ore 10:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 10 dicembre 2016 21:27

  • Archivi