Mobile & Tech » Hi-Tech

Google Self Driving Car: ecco i primi prototipi firmati Big G

Non è una novità in senso assoluto. Delle automobili di Google, in grado di “guidare da sole” si parla già da parecchio tempo, già dal lontano ottobre 2010. Tuttavia il progetto della società di Mountain View va avanti, e con un post pubblicato sul blog ufficiale, Big G ha abbandonato la Toyota Prius modificata, per realizzare automobili da zero. Attenzione, si tratta di prototipi, ma sono a tutti gli effetti il primo esemplare di veicolo con autopilota.

Nel  rendering ufficiale si notano tester di tutte le età, ma soprattutto un’automobile molto compatta, dalle forme tonde e con due posti. In cima ci sono i sensori per rilevare i veicoli vicini fino alla distanza di 200 metri, ma altre novità interessanti le troviamo nell’assenza del volante come del freno e dell’acceleratore. “Non ne hanno bisogno”, scrivono da Mountain View, assicurando che i software e i sensori installati sono sufficienti a svolgere tutte le funzioni necessarie.

Quanto al cruscotto, il minimo indispensabile: bottoni per accensione e spegnimento e uno schermo con il percorso che si sta seguendo. Sotto il cofano un motore che non spingerà l’auto oltre i 40 chilometri all’ora.

Perché i prototipi arrivino su strada, per un programma pilota molto ridotto, servirà tempo. Innanzitutto i primi modelli realizzati saranno tutto tranne che lussuosi: Google punta ad adattarli alle esigenze dei passeggeri, con design minimal, e per ora realizzerà cento prototipi che al loro interno, come detto, hanno semplicemente due sedili con cinture di sicurezza e un po’ di spazio sul retro per gli oggetti personali. C’è poi la questione legale, con misure che devono gestire le auto senza pilota: chi pagherà eventuali multe o infrazioni? Il passeggero o il produttore che garantisce il sistema? Come e quanto bisognerà modificare della Convenzione di Vienna sul traffico stradale?

Domande da porsi, nel frattempo però la marcia è stata ingranata: a fine estate inizieranno i test sui modelli precedenti, che avevano i controlli manuali, ma nel giro di un paio d’anni Google conta di poter effettuare un test sulle strade della California, con una messa in commercio fissata per il 2018. Sarà davvero la rivoluzionare la mobilità?

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato lunedì 02/06/14 alle ore 16:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 06 dicembre 2016 09:11

  • Archivi