Web & Social » Novità dal Web

Il costo dei crimini informatici? “Solo” 445 miliardi di dollari l’anno

La criminalità informatica pesa e non poco sull’economia globale. Scontato dirlo, un pò meno se si passa dalle parole… ai numeri. Danni in vari settori (commercio, competitività e innovazione), danni alle imprese, furti di proprietà intellettuale e attacchi hacker mirati, il cybercrime costa, e ci costa. 445 miliardi di dollari per l’esattezza, pari a circa 330 miliardi di euro, secondo l’ultimo rapporto del Center for Strategic and International Studies (Csis) per conto di McAfee.

Una cifra imponente se pensiamo che corrisponde allo 0,5% del PIL mondiale, e che colpisce soprattutto i giganti del pianeta: Stati Uniti, Cina, Giappone e Germania da sole arrivano a perdere 200 miliardi di euro annui. Più staccata invece l’Italia, con “soli” 875 milioni di perdite dovute ad attacchi hacker (0,04% del PIL contro la media UE del 0,41%), ma non si può cantare vittoria pensando che i costi di ”pulizia” si aggirano attorno agli 8 miliardi e mezzo. Insomma: una vera e propria stangata criptata, ”una tassa sull’innovazione”, come spiega il direttore del Csis Jim Lewis, capace di “rallentare il passo dell’innovazione globale riducendo il ritorno economico di innovatori e investitori”, ma non solo.

Infatti il cybercrime ha serie implicazioni per l’occupazione, con 200mila posti di lavoro bruciati negli Usa e 150mila nell’UE, senza dimenticare le perdite legate a informazioni personali, come i furti di dati di carte di credito, stimate per 160 miliardi di dollari. Circa 40 milioni di persone negli Usa ha subito furti di questo tipo, mentre falle di ”alto profilo” hanno colpito 54 milioni di persone in Turchia, 16 milioni in Germania e 20 milioni in Cina.

Dunque un fenomeno grave, serio, ma che dal punto di vista degli investitori può rappresentare un’occasione a medio lungo termine. Infatti esistono fondi specializzati proprio in azioni emessi da società che contribuiscono ad assicurare l’integrità, la salute, la libertà degli individui, delle imprese o dei governi: una buona occasione da cogliere.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato mercoledì 11/06/14 alle ore 12:45 e classificato in Web & Social » Novità dal Web . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 08 dicembre 2016 23:02

  • Archivi