Mobile & Tech » Hi-Tech

Dal 2017 si potrà partire… per la Luna!

Il sogno sta per diventare realtà. Almeno per due, anonimi, turisti spaziali che hanno prenotato il volo e versato un acconto per un viaggio di 17 giorni con destinazione “orbita lunare”, compreso di soggiorno sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). L’annuncio è stato dato dalla Space Adventures, una società americana che già in passato ha consentito ad altre 7 persone di raggiungere la ISS, in orbita intorno alla Terra, e che definirla in questa iniziativa un semplice tour operator è davvero riduttivo. Ma per partire si dovrà attendere il 2017: Il viaggio intorno alla Luna avverrà infatti a bordo della capsula russa Soyuz, il velivolo spaziale russo che ha fatto il suo esordio nello spazio nel 1967, ma che non ha mai volato oltre l’orbita terrestre, motivo per cui, per affrontare l’impresa dovrà subire modifiche sostanziali di adeguamento, a cui si sta già pensando.

Il viaggio verso la Luna è molto più complesso oltre che più costoso, e prevede anche una sosta sulla ISS per far ambientare i due speciali turisti allo stato di microgravità. Poi una volta a proprio agio, sarà il momento del distacco dalla ISS con l’aggancio con un modulo motorizzato lanciato a parte, e che spingerà la Soyuz verso l’orbita lunare. Ad oggi solo 24 persone, tra il 1968 ed il 1972, hanno volato intorno o sulla Luna: anche per questo prima del viaggio, nonostante non servano trattamenti medici particolari o vaccinazioni, bisognerà formarsi presso il Centro di Controllo Missione a Star City.

Oltre alla Space Adventures ci sono altre società o persone che vedono nel turismo spaziale un affare milionario. Uno di questi è Richard Branson con la sua Virgin Galactic che, sebbene continui a rinviare la data del volo inaugurale, offre viaggi balistici, ossia arriva al massimo a 100 chilometri di quota per poi ridiscendere verso Terra. Il tutto in due ore, di cui solo 5 minuti in assenza di peso. Il prezzo però è molto più contenuto: poco più di 180 mila euro. C’è poi la stessa Repubblica Popolare Cinese in gioco con il suo programma spaziale low cost, che promette biglietti per 70 mila dollari. Il risparmio resta considerevole, ma per noi comuni terrestri, “chiedere la luna” resta un’impresa non semplice. Ma mai dire mai…

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 27/06/14 alle ore 10:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 10 dicembre 2016 11:48

  • Archivi