Mobile & Tech » Hi-Tech

Un OS leggero, semplice, smart: a settembre arriva Android L

Visto che siamo ancora in clima mondiale, si può dire che Apple e Google si marcano a uomo, nella complessa partita degli OS del futuro. Soprattutto se dopo la chiacchieratissima Worldwide Developer Conference di Apple dello scorso 2 giugno (con iOS 8, OS X Yosemite e Swift sugli scudi), Google risponderà entro settembre con il nuovo Android L. L come Lollipop, o come il nome di uno sponsor? Non si sa, ma è certo che una nuova release del sistema operativo del robottino verde per dispositivi mobili non solo ci sarà, ma guiderà una vera e propria rivoluzione del design, dettata dalla prima applicazione del Material Design sviluppato da Mountain View.

Leggerezza, semplicità, ogni elemento in L deve essere funzionale a qualcosa, dai colori ai font alle animazioni, per una gerarchia precisa e spontanea. Ma come si traduce tutto questo nel vivo della user experience? Una tastiera senza fronzoli (solo lettere e icone per accedere a impostazioni ed emoticon), l’abbandono del classico sfondo nero per un bianco che esalti i nuovi font più rotondi e leggibili, una nuova paletta dei colori dove dominano le tinte pastello, quindi un sistema di notifiche tutto nuovo (che appaiono anche nella schermata di sblocco), dotato icone di controllo minimal (con iconcine stile PlayStation joystick).

Anche alcuni must del sistema – dall’app per la fotocamera alle funzioni telefoniche – sono stati rivisti pesantemente. Con Android L sarà infatti più facile scattare foto panoramiche, ma l’app si confronterà anche in modo intelligente con l’utente, scartando le foto non idonee, e proponendo effetti sferici o sfocati che danno qualità al prodotto. Quanto al telefono, il tastierino numerico sarà nascosto e si espanderà toccando l’icona in basso a desta. I contatti e le ultime chiamate occuperanno invece tutto lo schermo.

Altre piccole svolte toccano anche il sistema di chiusura delle app (ci apparirà una finestra con una V per salvare le modifiche apportate), ma soprattutto il task manager, che si apre al 3D seguendo la scia di iOS. Curiosità interessante è poi quella delle finestre dei programmi che ora possono essere “sdoppiate”: per esempio, se stiamo navigando con il nostro browser e abbiamo più pagine aperte, toccando il quadrato potremo navigare tra i singoli siti, mentre per chiudere i programmi in memoria si dovrà trascinare la finestra verso sinistra o verso destra.

Lavoro accurato anche dal punto di vista dell’autonomia, con lo sviluppo di Project Volta, un sistema avanzato per il risparmio energetico, e che diminuisce le prestazioni allineando in tempo reale velocità del dispositivo, la luminosità dello schermo e le animazioni, le ultime novità riguardano invece due funzionalità piuttosto intriganti. Si tratta di Touch & Pay, che sfrutta la tecnologia NFC e permette di usare il telefonino come un vero e proprio portafoglio virtuale, e Non disturbare, che disattiverà tutti i suoni per un intervallo di tempo specifico o per tutta la giornata.

Ricordiamo che è già a disposizione una developer preview riservata agli sviluppatori: un’occasione ghiotta per toccare con mano questi e altri aggiornamenti in programma.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 11/07/14 alle ore 14:38 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 08 dicembre 2016 23:01

  • Archivi