Mobile & Tech » Computer & Tablet

Estate rovente per il tuo PC? Tutti i consigli per rinfrescarlo

Con l’arrivo dell’estate e del caldo, anche per i computer è il momento di pensare a come evitare le “scottature”. Del resto lavorare con PC bollenti è davvero frustrante, oltre che rischioso, ma con alcuni piccoli accorgimenti e gli strumenti giusti, ridurre la loro temperatura interna sarà tutt’altro che un’impresa.

Innanzitutto, quando la colonnina di mercurio si fa vedere (e anche sentire), occorrono alcune contromisure fondamentali, persino banali: un flusso d’aria continuo per far respirare il PC, controllare col tatto le aree più sollecitate, oppure una soluzione decisa, spegnendo il portatile per qualche ora. Se però fosse indispensabile rimanere in attività, allora stringiamo la cinghia, e limitiamo minimo gli sforzi da far compiere alla macchina: questo vuol dire che, quando è possibile, dobbiamo evitare l’utilizzo di programmi particolarmente impegnativi per il processore, senza mantenere tantissimi software aperti contemporaneamente. Insomma, vedere un film mentre leggiamo le e-mail non è il massimo: piuttosto accendiamo la TV. Detto ciò, esistono anche dei programmi che possono venirci incontro: uno dei più famosi è SpeedFan che permette di monitorare le temperature interne del PC e regolare la velocità delle ventole, ma senza esagerare.

Potremmo infatti acquistare una piccola ventola aggiuntiva come Big Bargain Mini Vacuum blu LED USB Air, per accelerare il flusso d’aria calda in uscita dalla griglia laterale, oppure una base di raffreddamento, come Cooler Master 9: si tratta di basi in metallo dotate di una o più ventole sulle quali bisogna appoggiare il notebook per favorirne l’areazione e ridurne la temperatura interna, e di solito si alimentano tramite un cavo USB collegato al computer stesso.

Infine, non trascuriamo i cosiddetti “rimedi estremi”. Se siamo abbastanza ferrati sull’argomento, possiamo intervenire chirurgicamente, sostituendo una ventola polverosa, un alimentatore vecchio e rumoroso: spesso infatti è lo sporco la causa principale del surriscaldamento dei computer.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 29/07/14 alle ore 10:00 e classificato in Mobile & Tech » Computer & Tablet . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 27 aprile 2017 20:48

  • Archivi