Mobile & Tech » Hi-Tech

Squali attaccano i cavi del web. Google rinforza la rete con un nuovo materiale più resistente dell’acciaio

Il fenomeno pare essere ricorrente da alcuni anni: gli squali sono attratti dai cavi che attraversando i fondali marini collegano le reti internet di tutti i continenti. I noti predatori, come dimostrato da un video girato nel 2010, attaccano azzannando ciò che sperano essere materiale commestibile, con il rischio di isolare, in caso di effettiva lesione delle infrastrutture, un gran numero di utenti del web.

La novità è che Google ha definitivamente deciso di correre ai ripari. Durante il Cloud Roadshow organizzato a Boston un manager della casa di Mountain View, Dan Belcher, intervistato dal Network World ha infatti dichiarato che l’azienda sta prendendo provvedimenti al fine di proteggere le linee sottomarine dagli attacchi degli squali attraverso l’utilizzo di guaine realizzate con un nuovo materiale simile al Kevlar. Un materiale che, a parità di peso, è ben cinque volte più resistente dell’acciaio.

L’operazione richiederà un investimento non indifferente, ma possiamo sicuramente dire che ne vale la pena, considerando che il tesoro da proteggere è un reticolo sottomarino che attraversa gli Oceani e consente di trasferire dati – come nel caso della nuova linea trans Pacifico appena annunciata da Google – alla velocità di 60 Tbps.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 26/08/14 alle ore 11:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 03 dicembre 2016 12:40

  • Archivi