Mondo Vodafone » Prodotti & Servizi

Luca Talotta: nato con la radiolina all’orecchio, ora seguo il calcio in streaming

Luca Talotta, è blogger e giornalista, appassionato di calcio e di sport in genere (senza praticarne uno come, vuole la tradizione delle più grandi firme del settore), molto attivo e seguito sui social oltre che sui diversi siti e portali per cui scrive. Insomma, la persona giusta a cui chiedere un parere su come l’evoluzione della tecnologia e della rete sta cambiando il modo di “vivere” il calcio… e naturalmente anche un verdetto su chi vincerà il Campionato!

Come è nata la tua passione per il calcio?
Difficile dire quando sia nata. Sin da bambino, guardavo le partite e passavo ore ed ore a leggere gli almanacchi per imparare anche quanto accaduto negli anni precedenti. I primi ricordi, molto vaghi devo dire, sono quelli legati agli Europei del 1984: da lì poi il grande Milan del trio olandese e da lì una passione, quella per i colori rossoneri, che di fatto non è mai tramontata. Anche se mi reputo comunque un giornalista abbastanza obiettivo.

Qual è il tuo rapporto con il calcio online?
Lavorando da diversi anni su internet, per me è quasi scontato seguire il calcio sul web, sia che si parli di ricerca di notizie, sia che si parli di usufruire proprio delle partite: sono anni che seguo gare sul pc, forse anche prima del vero boom che c’è stato di recente. Lo trovo molto comodo: puoi portare il pc con te dove vuoi ed usufruire di una qualità che, ormai, è diventata incredibile. Mi piace, poi, la possibilità di poter rivedere anche le partite: personalmente penso che la nuova frontiera della comunicazione sia la webtv.

Dalla radio al 4G, com’è cambiato il modo di seguire il calcio per un tifoso?
E’ cambiato moltissimo. Io, come già detto, sono un giornalista nato di fatto con la radiolina la domenica pomeriggio all’orecchio. E penso, comunque, di essere stato fortunato nel poter vivere quel periodo, in quanto mi consente anche di poter apprendere appieno quelli che sono i cambiamenti sociali e tecnologici. I new media ti consentono, però, di poter vivere in modo diverso l’evento: è sempre un coinvolgimento live, ma ovviamente stiamo parlando di due universi totalmente differenti.

Il gol o la partita più bella che hai potuto vedere grazie a il device portatile.
Direi due gare: una è stata “rivista” sul device portatile, l’altra invece l’ho proprio gustata ex novo. La prima è la finale della vecchia Coppa dei Campioni 1994, Milan-Barcellona 4-0. L’altra, invece, la finale di Champions League recente, il derby di Madrid: da buon rossonero, ho tifato per il Real targato Carlo Ancelotti.

Su quale device vedrai la prossima partita?
Sicuramente sul mio iPad Air, acquistato recentemente: la qualità che si è raggiunta è qualcosa di incredibile.

Chi vincerà il campionato?
Facile dire la Juventus, anche se non mi sembra più la corazzata di una volta. L’uscita dalla Champions League, però, potrebbe favorire la Roma: direi 60% Juve, 38% Roma. Mi tengo un 2% jolly perché nella vita non si sa mai, ma mi sembra che il livello del campionato di sia molto equilibrato, tolte le già citate Roma e Juventus che mi sembrano un gradino sopra.

Trovate Luca Talotta su FaceboookTwitterGoogle Plus e sui siti Milanosportiva.comTimemagazine.it e www.leonardo.it.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 18/12/14 alle ore 10:00 e classificato in Mondo Vodafone » Prodotti & Servizi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 08 dicembre 2016 19:07

  • Archivi