Mobile & Tech » Apps & Games

L’anno d’oro della realtà virtuale: le novità da Las Vegas

Il CES 2015 di Las Vegas si è appena concluso, proponendoci novità davvero molto interessanti. Fra queste troviamo, senza ombra di dubbio, la realtà virtuale, settore che fino ad oggi ha saputo catalizzare principalmente l’attenzione degli utenti più esperti. Qualcosa però si sta finalmente muovendo e il 2015 si annuncia come l’anno della svolta.

Tra le novità principali si fa notare Razer, che ha voluto provare a consolidare il settore dei visori virtuali con il suo OSVR e un apposito SDK. OSVR non è altro che l’acronimo di Open Source Virtual Reality, ovvero realtà virtuale open source. Il nome è senza dubbio azzeccato: Razer propone un visore indossabile che tutti i vari produttori di videogame possono sfruttare, tramite SDK, per poter realizzare le proprie soluzioni già ottimizzate all’utilizzo dell’hardware. Non è affatto cosa da poco, soprattutto visti i vantaggi di OSVR.
Nel prodotto troviamo uno schermo Full HD operante a 60 Hz che, grazie all’utilizzo di lenti a forma sferica di nuova generazione, dispone di una distorsione spaziale davvero ridotta, pari solo al 15% (contro il 30% dei precedenti D2K di Oculus Rift). La chicca però è un’altra. Nel prodotto è integrato un sensore Leap Motion che consente di effettuare il tracking delle proprie mani: ciò vuol dire che, oltre agli scenari di gioco classici, usando OSVR potremo anche vedere i nostri arti – commutati ovviamente mediante texture dedicate – interagire con tutto il resto.

Un altro produttore che ha sfoggiato la sua novità principale al CES 2015 è Oculus. Ormai in mano a Facebook, è stata la casa che ha sviluppato il noto visore Oculus Rift che ha aperto il mercato dei visori vero e proprio. Sullo stage di Las Vegas il produttore ha portato il nuovo Crescent Bay, annunciato qualche mese fa. Le migliorie più evidenti anche a prima vista sono senza dubbio le cuffie di alta qualità che forniscono un coinvolgimento anche uditivo, e non solo visuale, con tecnologia audio VR. Inoltre, tramite una telecamera esterna il nuovo Crescent Bay è in grado di effettuare un head tracking a 360°, dando più libertà di movimento al giocatore, favorito anche da una latenza inferiore nei movimenti e da una risoluzione maggiore del display.

Sono queste le due case che probabilmente, durante il 2015, porteranno la tecnologia della realtà virtuale in mano a molti più utenti. Non ci resta che vedere come, e soprattutto quali case ne approfitteranno per sviluppare titoli ottimizzati all’immersione totale di gioco.

In collaborazione con Ridble.

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 15/01/15 alle ore 16:00 e classificato in Mobile & Tech » Apps & Games . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

giovedì 08 dicembre 2016 19:09

  • Archivi