Lifestyle » Film, Musica & (e)Books

“Noi e la Giulia”: la recensione di Devil_Naples

Super User del nostro forum più appassionati di cinema, non smettono di farci venire voglia di grande schermo. Oggi è il turno di Devil_Naples e della sua recensione del film “Noi e la Giulia”. Eccola per voi:

“In Noi e la Giulia troviamo l’impegno profuso di Edoardo Leo che, cimentandosi sia come regista che come attore, dipinge un ritratto della odierna condizione sociale di molti italiani: ritrovarsi all’età di quarant’anni in uno stato di generale precarietà. Tale status è soggettivato da un cast piuttosto funzionale, il quale ne interpreta le diverse forme che spesso si intrecciano e dipendono l’una dall’altra: il personaggio di Claudio (Stefano Fresi), che manda in fallimento la storica attività alimentare di famiglia, si separa dalla moglie e ha un rapporto complicato con la violenza; Diego, impersonato da un Luca Argentero con marcato accento torinese, non ne può più di compiacere i clienti della concessionaria di auto per la quale lavora, così decide di licenziarsi e di cambiare vita quando gli viene a mancare il padre; Fausto, rappresentato da Edoardo Leo, è uno pseudo televenditore di orologi su una TV locale e, sebbene pieno di debiti fino al collo, non rinuncia al modello di auto costoso e ai vestiti firmati, è un coatto con ideali fascisti che si scontra con le idee comuniste di Sergio (Claudio Amendola), un sostenitore della resistenza a qualsiasi forma di sopruso.

In questa commedia il sopruso è rappresentato dalla malavita organizzata, a cui i quattro cercano di non darla vinta; un sistema criminale di cui Vito (Claudio Buccirosso) evidenzierà i meccanismi di potere interni: quando i quattro falliti decidono di rimettere in sesto un vecchio casale per aprire un agriturismo, Vito arriva alla guida di una vecchia Alfa Romeo Giulia per chiedere il pizzo. Proprio la Giulia e la musica classica del suo impianto stereo saranno, assieme a Elisa (Anna Foglietta), la fonte di creatività che porterà l’agriturismo al successo. La camorra, però, ha sempre delle risorse.

Il film ha portato nelle sale italiane già centinaia di migliaia di spettatori, forse anche per la curiosità di vedere ancora una volta Edoardo Leo interpretare un italiano fallito, dopo che l’attore aveva già fatto parte della rappresentazione di uno spaccato fallimentare della realtà economica e sociale del nostro Paese, in “Smetto quando voglio” di Sydney Sibilia.”

Se vi è venuta voglia di andare a vedere questa storia raccontata tutta in chiave italiana, ricordatevi che fino al 28 febbraio con Vodafone YOU, vi basta una ricarica da 10€ per ricevere in omaggio un ingresso al cinema. E ricaricando da App My Vodafone, dal sito vodafone.it o da Vodafone Store gli ingressi sono due!

 

 

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 27/02/15 alle ore 12:00 e classificato in Lifestyle » Film, Musica & (e)Books . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Articoli correlati

Nessun articolo correlato.

Ultimi commenti

Vodafone promo

sabato 10 dicembre 2016 21:32

  • Archivi