Mobile & Tech » Hi-Tech

Internet of Things e chip sottopelle al Wired Next Fest: intervista a Massimo Temporelli

Dagli oggetti che dialogano tra loro alle persone con chip sottopelle. Ogni cosa (internet of things) e sempre più esseri umani sono connessi, dialogando, trasmettendo informazioni e – forse prima di tutto – destando anche qualche preoccupazione o addirittura paura. Dove ci porterà il progresso? La nostra privacy è finita? A tranquillizzarci con concreto ottimismo ci pensa Massimo Temporelli, fisico, divulgatore scientifico, storico e non ultimo co-fondatore e presidente di The FabLab – Make it real di Milano. Lo abbiamo incontrato al Wired Next Fest 2017 di Milano, dove ha dialogato con giovani e meno giovani, parlando del presente e del futuro. Non è mancata l’occasione di vedere un giovane “connesso” grazie a un chip sottopelle incapsulato da un vetro infrangibile. Al pubblico sono stati mostrati anche un ago e un chip: per la cronaca, l’operazione di innesto può essere effettuata solo da medici specializzati. A questi link le altre interviste fatte da Vodafone News al direttore di Wired Italia Federico Ferrazza, ad Alessandro Canzian di Vodafone Italia (main partner dell’evento) e al trio di Sky Sport Bonan-Di Marzio-Fayna. (intervista Flavio Incarbone – riprese e montaggio Andrea Bordonali)

Nessun commento
Questo articolo è stato pubblicato martedì 30/05/17 alle ore 11:00 e classificato in Mobile & Tech » Hi-Tech . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

domenica 17 dicembre 2017 18:42

  • Archivi