Lifestyle » Eventi

Vodafone sostiene i diritti LGBT: appuntamento il 10 giugno al Roma Pride e il 24 al Milano Pride

Nel grande vento che gonfia con orgoglio le vele dei diritti LGBT e, più in generale, dei temi dell’inclusione e della diversità c’è anche il soffio di Vodafone. I tradizionali rosso e bianco dell’azienda, infatti, si fonderanno ai colori arcobaleno che sfileranno domani – sabato 10 giugno - lungo le vie della Capitale per il Roma Pride 2017. Appuntamento già in calendario anche per il Milano Pride in programma sabato 24 giugno. In entrambe le iniziative immagini, video e contenuti rimbalzeranno dalle sfilate direttamente nelle pagine social di Vodafone.

Vodafone è da sempre sensibile ai temi di diversity & inclusion, a iniziare da politiche e attività attuate a favore dei propri dipendenti, per arrivare a eventi e campagne internazionali dall’alto e ampio profilo sociale (la campagna HeForShe). Scopriamone alcune.

In particolare, quest’anno Vodafone ha lanciato l’Agenda dell’Inclusione che comprende molte iniziative in quattro aree: ambiti di genere, orientamento sessuale, generazione e background. Iniziamo dal network LGBT&Friends. All’interno dell’Azienda è stato creato un team di colleghi che hanno un obiettivo comune, quello di promuovere sul posto di lavoro e tra i propri contatti attività di vario genere a supporto della cultura inclusiva, del rispetto dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere.

Convivenza more uxorio: Vodafone è andata oltre alla più recente normativa in vigore – sia per i dipendenti e relativi partner di sesso diverso che dello stesso sesso – rivolta a chi è unito sia in matrimonio sia con unioni civili. L’Azienda ha infatti esteso questi diritti anche ai dipendenti e relativi partner “conviventi more uxorio” dello stesso sesso.
Per citare un paio di esempi, la copertura sanitaria integrativa (in passato prevista per il dipendente e per il rispettivo coniuge unito in matrimonio, più per gli eventuali figli), oggi è un diritto anche per il partner dello stesso sesso unito civilmente come per il “convivente more uxorio”, a prescindere dal sesso.
Inoltre, il congedo matrimoniale, previsto in passato solo per questo “contratto”, è stato esteso anche al dipendente unito civilmente.

Commenti (1)
Questo articolo è stato pubblicato venerdì 09/06/17 alle ore 17:05 e classificato in Lifestyle » Eventi . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

martedì 27 giugno 2017 05:41

  • Archivi