Mondo Vodafone » Comunicati Stampa

Al via “Sailing for all”, progetto nazionale che coniuga tecnologia e sport

Per permettere alle persone con grave disabilità di praticare la vela da protagonisti

 

Milano, 30 novembre 2017 – Presentato oggi a Milano presso il Centro Spazio Vita Niguarda, all’interno dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda “Sailing for all“, progetto vincitore del Bando Nazionale Call for Ideas di Fondazione Vodafone edizione 2017, sostenuto da Fondazione Vodafone con “Ogni Sport Oltre” e da Huawei Italia.

 

Il progetto, promosso da Spazio Vita Niguarda Cooperativa Sociale Onlus, AUS Niguarda Onlus e Sailability ONLUS, si pone l’obiettivo di offrire alle persone con disabilità motoria, interessate al mondo della vela, la straordinaria possibilità di conoscere l’ebbrezza di veleggiare in completa autonomia, grazie ad un innovativo servomeccanismo prodotto da un’azienda italiana, che verrà installato su 30 barche HANSA 303 – biposto particolarmente sicura, riconosciuta dalla Federazione Vela Nazionale dal 2014 e diventata Classe Paralimpica nel 2016 – in circoli velici distribuiti in tutta Italia.

 

“Saling for all”, nato dalle competenze di Marco Rossato, Presidente di Sailability Onlus e Segretario Generale dell’Associazione Italiana Classe HANSA, di Francesco Mondini, Responsabile Attività Sportive per Spazio Vita e AUS Niguarda Onlus, e di AHEAD Technology, coinvolge 18 circoli velici distribuiti sul territorio italiano (Friuli, Veneto, Trentino, Lombardia, Liguria, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna) e prevede un programma di interventi a tutto tondo, che comprendono la formazione dei tecnici sportivi dei circoli velici sull’utilizzo del servocomando e sulla gestione delle persone con disabilità; la fornitura gratuita ai circoli di 30 kit per l’allestimento di altrettante imbarcazioni HANSA; il supporto continuato e l’assistenza per eventuali problematiche; la promozione dell’iniziativa presso i centri ospedalieri, gli istituti di riabilitazione e le associazioni del mondo della disabilità motoria; open days e corsi specifici per le persone con disabilità; la possibilità di partecipare alle regate del campionato italiano classe HANSA.

 

La mattinata di oggi è stata aperta da Antonio Rossi, Assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia, che ha dichiarato: ”Voglio davvero ringraziare chi si dedica alla promozione dello sport quale “terapia” di vita. Lo sport è e deve essere per tutti e noi abbiamo il dovere di renderlo tale, mettendo a disposizione risorse, sostenendolo e promuovendolo. Per questo come Regione abbiamo sempre cercato di favorire la pratica sportiva per tutti con misure specifiche. In ogni bando abbiamo destinato il 10% ai disabili e abbiamo sostenuto progetti finalizzati all’inclusione e all’integrazione partendo dalle scuole. Questo perché riteniamo che lo sport vada visto come strumento per superare ogni difficoltà, come una leva formidabile per la crescita di una società. Attraverso questa attività si fa cultura, si diffondono valori, si crea aggregazione e solidarietà, si accresce il benessere. La Regione investe concretamente su chi pone il cittadino al centro delle proprie attività, a maggior ragione se l’obiettivo è aiutare chi è più in difficoltà. Il ruolo sociale dello sport è una ricchezza per tutto il territorio. Complimenti quindi a chi come voi diffonde lo sport per i disabili”.

 

“In Italia sport e disabilità sono ancora un binomio che deve affermarsi” – spiega Maria Cristina Ferradini, consigliere delegato di Fondazione Vodafone Italia – “Eppure lo sport rappresenta, per ciascuno, un potente strumento di accrescimento personale, di superamento dei limiti e di socializzazione. Questo vale ancora di più per le persone con disabilità, che ogni giorno si confrontano con difficoltà e sfide maggiori. OSO nasce dall’ambizione di Fondazione Vodafone Italia di rendere lo sport un diritto di tutti, senza guardare alle abilità o disabilità di ciascuno. Se i valori OSO saranno condivisi e fatti propri da tutta la comunità e da tanti soggetti come quelli che sostengono il progetto Sailing for all, allora diventerà possibile un cambiamento culturale e sociale.”

 

Per Huawei ha partecipato alla conferenza stampa Luigi De Vecchis, Executive Vice President di Huawei Italia, che ha affermato: “Siamo onorati di sostenere insieme a Fondazione Vodafone un progetto lungimirante come ‘Sailing for All’ che, grazie alla tecnologia, offre alle persone diversamente abili la possibilità di andare in barca a vela in totale autonomia. Da sempre Huawei è impegnata nell’innovazione tecnologica per costruire un ‘mondo più connesso’ e accessibile a tutte le persone, in grado di offrire nuove opportunità e suggerire nuovi modi di agire e di pensare, e per questo motivo l’iniziativa ha rappresentato per noi un’occasione per evidenziare ancora una volta il ruolo cruciale che la tecnologia gioca nel superamento delle barriere fisiche e delle diseguaglianze sociali”.

 

Tutti gli aggiornamenti del progetto e le specifiche sui circoli velici aderenti saranno pubblicati sul portale Ogni Sport Oltre nell’area dedicata a Sailing for all.

Commenti (1)
Questo articolo è stato pubblicato giovedì 30/11/17 alle ore 15:00 e classificato in Mondo Vodafone » Comunicati Stampa . E' possibile seguire tutte le repliche a questo articolo tramite il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, oppure fare il trackback dal tuo sito.

Lascia un tuo commento

News scelte per te
x

Ultimi commenti

Vodafone promo

venerdì 15 dicembre 2017 16:58

  • Archivi